Governo

Scuola, abilitazione all’insegnamento: entro domani domande aspiranti tutor

Scade domani il termine ultimo per la presentazione delle domane degli spiranti tutor dei corsi di abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie e superiori del territorio nazionale. I docenti che intendono svolgere l’attività di tutor devono presentare domanda alla scuola di servizio. Il corso, che prevede attività in presenza e a distanza, è riservato ai insegnanti con contratto a tempo indeterminato in servizio da almeno 5 anni nella scuola pubblica (valgono anche gli anni di precariato). I docenti-tutor saranno formati tra aprile e settembre 2012. Il tirocinio formativo attivo (Tfa) per l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie e superiori partirà entro giugno. Il ministero dell’Istruzione fa sapere, attraverso una nota, che i posti disponibili sono 20.067: 4275 per la scuola secondaria di primo grado, 15.792 per la scuola secondaria di secondo grado. Alla Campania spettano 1380 posti così suddivisi: 435 nelle “medie” e 945 alle “superiori”. Nelle prossime settimane il ministero competente, d’accordo con gli uffici competenti a livello regionale, diramerà i calendari per i test relativi all’inserimento negli elenchi dei beneficiari. Le selezioni slittano di qualche mese rispetto alla data inizialmente prevista, secondo le indicazioni tra febbraio e aprile 2012.

I CORSI
Qual è la funzione dei percorsi formativi indirizzati a chi aspira all’insegnamento? Il decreto ministeriale 249 del 2010, che regola la materia parla di attività volta a “qualificare e valorizzare la funzione docente attraverso l’acquisizione di competenze disciplinari, psicopedagogiche, metodologico didattiche, organizzative e relazionali necessarie a far raggiungere agli allievi i risultati di apprendimento previsti dall’ordinamento vigente”. La normativa, peraltro, impone ai laureati che affrontano i Tfa l’acquisizione di competenze specifiche in materia di conoscenza della lingua inglese e dei sistemi informatici e digitali. Questo perché gli insegnanti devono avere una formazione in linea con gli standard comunitari e, almeno in teoria, essere in grado di svolgere il proprio lavoro in qualsiasi Stato membro.

LE MODALITA’
Come si fa per accedere ai corsi di formazione che abilitano all’insegnamento? La legge stabilisce dei requisiti. Per poter insegnare nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria, occorre un corso di laurea magistrale quinquennale a ciclo unico, comprensivo di tirocinio da avviare nel secondo anno di corso. Per insegnare nella scuola secondaria di primo grado sono necessari due requisiti: laurea magistrale a numero programmato con prova di accesso svolta a livello nazionale; tirocinio annuale ed esame (discussione della relazione finale di tirocinio) con valore abilitante. Chi vuole insegnare presso una scuola secondaria di secondo grado, invece deve essere in possesso di una laurea o laurea magistrale, con successivo tirocinio annuale con accesso a numero programmato.