La ricetta della it-bag del momento: il fascinoso segreto della nuova Lady-Dior.

Immaginate una borsa che ha segnato la storia, aggiungete un pizzico di glamour, miscelate materiali preziosi, insaporite con rifiniture pregevoli ed, infine, lavorate il tutto a mano, per ore ed ore. Signori e signore, ecco a voi servita la ricetta perfetta della nuovissima it-bag di stagione: la Lady Dior Primavera-Estate 2012. Il modello, di cui argomenteremo, è il “tweed patchwork”, al primo posto in classifica per la nostra rubrica: “L’accessorio fashion della settimana”.

Lady Diana e Paris Hilton sfoggiano la Lady Dior bag.

Questa sofisticatissima borsa (vero e proprio cult tra i collezionisti!) è appena sbarcata in tutte le boutique Dior del mondo ed è stata  rimessa a nuovo

Dalla sfilata Dior SS2012

con un elegantissimo restyling da parte dei designer della maison. Essa sarà il vero must-have nel guardaroba di tutte le donne più chic del Pianeta.

Campagna pubblicitaria Christian Dior Spring-Summer 2012

“Vediamola” insieme: la tela è in un raffinatissimo color ecru; i manici sono in coccodrillo e le impunture riportano i mitici motivi “cannage” a rilievo (vero e proprio emblema di casa Dior). Ovviamente, non poteva mancare il mitico ciondolo-gioiello con le lettere D.I.O.R. che, questa volta, sono metalliche ed in color oro pallido.

C’è anche una tasca interna con zip e queste sono le sue dimensioni: 24x20x11cm. Ricordiamo che, possedere nel proprio armadio questa mitica borsetta, nata anni fa come tributo all’indimenticabile Lady Diana (che amava ed adorava questo modello) e che oggi è sfoggiata da tutte le it-girls della Terra (diverse quelle possedute, in varie versioni, dall’ereditiera Paris Hilton), equivale ad acquistare un pezzo-icona della maison Dior, destinato a diventare (negli anni futuri) un pregiato vintage di qualità.

Lady Diana con la sua Dior bag preferita.

Rimarchevole anche la campagna pubblicitaria firmata Peter Lindbergh che ha immortalato la bellissima attrice Marion Cotillard, in una tridimensionale ambientazione scenica che si rifà alle geometriche costruzioni di Oscar Niemeyer. Ora non resta che acquistarla. Scommettiamo che le altre vi guarderanno con invidia?