Comune di Napoli

Ztl a Chiaia: sei mesi per sperimentare soluzioni

Zona a traffico limitato di Chiaia sotto i riflettori della commissione Mobilità di Palazzo San Giacomo presieduta da Giovanni Formisano. Il provvedimento, nato per l’America’s Cup in forma provvisoria, non è scaturito da una fase preventiva di consultazione. Presente all’incontro l’assessora alla Mobilità Anna Donati e le associazioni di categoria e di cittadini (Botteghe dei Mille, Rinascita Santa Lucia, Borgo Dante & Decumani, Consorzio Borgo Marinari e via Parthenope, Associazione dei cittadini Pro-Ztl). Le difficoltà di accesso all’area, soprattutto per i lavoratori e i residenti fuori città, le criticità legate ai parcheggi e ai garage, la carenza di servizi di trasporto pubblico e la contrazione del volume di affari già provato dalla crisi i limiti del provvedimento. Tra le proposte la limitazione della Ztl al fine settimana, il potenziamento dei trasporti pubblici, la definizione di un sistema di comunicazione ai varchi per la disponibilità di posti auto nei garage. Tra i correttivi proposti convenzioni tra commercianti e garagisti per la definizione di tariffe agevolate, intensificazione delle corse di metropolitana e funicolare, riqualificazione dell’area del lungomare e della villa comunale. La volontà dell’Amministrazione è quella di dar vita ad un provvedimento stabile e definitivo della Ztl, preceduto da una fase transitoria che partirà tra pochi giorni e avrà una durata di almeno 6 mesi con la istituzione dei varchi telematici, la revisione del cantiere del Metrò e il varo di un concorso di idee per la riqualificazione del lungomare.

Giornale numero: 91 - Pagina: 14