Approcci nuovi per le imprese: è tempo di spingere le start up

Fare impresa vuol dire mettersi in gioco, rischiare, investire; significa trovare i giusti partner con i quali condividere le idee, le passioni, gli obiettivi; significa anche imparare dagli errori altrui e copiare quanto di buono altri hanno realizzato, perché è inutile cercare di reinventare la ruota, è necessario trovare e creare il giusto mix di idee-risorse-competenze. Da parte di tutti gli attori in gioco è necessario anche verificare come creare i presupposti per innovare e come l’innovazione possa essere volano di sviluppo per contribuire a creare impresa, occupazione, profitto, reddito. Importante è anche l’analisi delle ricadute positive che un’innovazione diffusa può portare anche alle aziende già operanti, che necessitano di una rivitalizzazione strategica ed operativa. In una situazione economica come quella che ci accompagna ormai da più di 4 anni, gli sforzi che sono necessari per realizzare un’impresa che sia profittevole diventano ancora maggiori. Il quadro si complica se trasferito nel settore del business online; questo, per sua natura, è variabile e volatile, con poche certezze, ma anche moltissime opportunità.
In tale quadro diventano essenziali anche gli scambi di opinione fra coloro che ci provano, quelli che ce l’hanno fatta e quelli che offrono un supporto alla nascita e allo sviluppo di nuove imprese. Il Multitalk StartUp The Future intende proprio contribuire alla discussione provando ad individuare le opportunità a disposizione per i professionisti ed i giovani che intendono realizzare impresa.
Fra i partecipanti al Multitalk ritroviamo: Stefano Trumpy (Internet Society – ISOC Italia), Bertrand Quesada (E-Buzzing Francia), Biagio Vanacore (TP- Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti), Mauro Lupi (Ammiro Partners), Monia Alessandrini (Università di Teramo), Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi (123 stella), Mario Raffa (decano di Ingegneria Gestionale già Assessore all’Innovazione del Comune di Napoli), Raffele Mauro (Annapurna Ventures), Michele Vianello (VEGA – Parco Scientifico Tecnologico di Venezia), Giorgio Giordani (Spencer & Lewis), Giancarlo Sciascia, (Fondazione <ahref), Maria Grazia Andali (Idea360). Le competenze e le esperienze dei partecipanti potranno contribuire a delineare esempi di percorsi virtuosi per la nascita, la crescita e lo sviluppo di imprese del settore online.

Pasquale Popolizio


Giornale numero: 092 - Pagina: 25