Regione

Piano casa, basta proroghe
Dal 2013 sarà legge ordinaria

Basta con interventi straordinari e a tempo in materia urbanistica. Entro pochi mesi il Piano Casa, in Campania, diventerà legge ordinaria, di facile applicazione. Conterrà norme univoche e trasparenti. “Pensiamo ad un Codice per l’Urbanistica e l’Edilizia. Per questo motivo abbiamo voluto una proroga breve, di soli sei mesi (fino al termine del 2012, ndr), del Piano casa” annuncia l’assessore regionale all’Urbanistica, Marcello Taglialatela, nel corso di una conferenza stampa con il presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano, e il numero uno della quarta Commissione (Urbanistica), Domenico De Siano. “Stiamo lavorando a una legge di sistema, senza più vincoli temporali e scadenze capestro – spiega Taglialatela -. Sarà uno strumento capace di favorire la crescita economica, nel pieno rispetto del territorio e dell’ambiente”. Un intervento di Pianificazione territoriale a “volumetria zero”. Come dire: per ogni nuovo mattone, un nuovo albero. “La Campania non ha bisogno di volumetrie aggiuntive – insiste Taglialatela – . Bisogna abbattere quello che non serve e riqualificare quello che gia’ esiste. Ecco perche’ la nuova legge ordinaria sul Piano casa poggerà sul principio della Pianificazione urbanistica a ‘volumetria zero’. Ancora una volta saranno smentiti i catastrofisti che 18 mesi fa avevano bollato il Piano casa come lo strumento per una nuova cementificazione selvaggia”.