7 studenti di Napoli e 7 ragazze di Benevento vincono Coca-Cola Cup

Tutti campioni i ragazzi di Coca-Cola Cup: si è concluso il progetto ludico-educativo che ha coinvolto oltre 50.000 studenti campani
Alle due squadre vincitrici del torneo di calcio e ai tre studenti primi classificati nella prova creativa individuale, tre giorni per scoprire Juventus
Alla comunità della scuola, vincitrice della prova creativa di classe, un campetto di calcio in PET riciclato
Si sono tenute allo Sporting di Agnano-Pozzuoli di Napoli, in collaborazione con il CSI, le finalissime regionali del torneo di calcio a cinque “Coca-Cola Cup – Mettiti in gioco”, progetto ludico-educativo organizzato da Coca-Cola in Italia e rivolto alle prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado.
Ad aggiudicarsi la vittoria, in una giornata all’insegna dello spirito di squadra e della sana competizione, 7 ragazzi dell’Istituto “Giancarlo Siani” di Napoli e 7 ragazze dell’Istituto Magistrale “G.Guacci” di Benevento: vincitori tra le 80 squadre, 56 maschili e 24 femminili, classificate al torneo regionale dopo una selezione con partite interne.
Sul palco anche i tre autori degli elaborati creativi individuali sul tema del calcio e dei suoi valori: Carmen Guacci del Liceo Statale “Publio Virgilio Marone” di Avellino, Giovanni De Lucia del Liceo Classico “G. Bruno” di Maddaloni (CE) e Mirko Paolozza dell’Istituto Magistrale “G. Guacci” di Benevento, applauditi da tanti amici e famigliari che hanno atteso le premiazioni “a bordo campo” partecipando alle numerose iniziative organizzate dall’azienda, “una festa nella festa” con giochi di intrattenimento e molto altro.
I vincitori di queste due diverse categorie di prove trascorreranno tre giorni emozionanti alla scoperta di Juventus, campione d’Italia: una vera e propria full immersion nel mondo del calcio con la visita allo Juventus Stadium, gli speciali allenamenti con i preparatori del Settore Giovanile e la possibilità di assistere agli allenamenti dei giocatori in ritiro.
Alla comunità degli studenti del Liceo Scientifico “Luigi Garofano” di Capua (CE) che si sono qualificati al primo posto nella prova creativa di classe sul tema del riciclo come impegno sociale, Coca-Cola donerà un campo di calcetto realizzato per il 45% con PET riciclato (RPET), ottenuto con le tecnologie di estrusione fornite da FieldTurf Tarkett, leader mondiale nella produzione di erba sintetica – pari a oltre 57.000 bottiglie di Coca-Cola da 500ml – e per il 55% con PET vergine, che sarà inaugurato in autunno alla presenza delle autorità locali. Il progetto prevede il rifacimento di un’area di gioco già esistente di 800 mq per un importo di circa 45.000 euro. Per loro e per gli studenti dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “Aldo Moro” di Airola (BN) e dell’IISS “Francesco Saverio Nitti” di Napoli, classificati al secondo e terzo posto nella stessa prova, materiale didattico e sportivo.
In linea con le direttive del Ministero dell’Istruzione, che suggerisce di creare ambienti di apprendimento flessibili e multimediali con esperienze extrascolastiche integrative agli studi curricolari, “Coca-Cola Cup – Mettiti in Gioco” nasce per promuovere e diffondere tra le giovani generazioni uno stile di vita sano, attivo e sostenibile attraverso la passione per il calcio, sottolineando la potenzialità educativa dello sport.
“Coca-Cola Cup si svolge in diversi Paesi del mondo, di cui 12 in Europa, interessando oltre 1 milione di ragazzi: in Italia abbiamo coinvolto, nel corso delle due edizioni realizzate ad oggi, circa 175.000 studenti in oltre 1.000 istituti scolastici di Campania, Veneto e Lazio con un investimento pari a 1 milione e 700mila euro” – ha dichiarato Alberto Tucci del Comitato Organizzatore di Coca-Cola Cup – “Questi importanti risultati, in continua evoluzione, evidenziano ancora una volta quanto il mondo Coca-Cola sia vicino alla realtà dei giovani e sappia rispondere alle loro esigenze nella continua diffusione della pratica sportiva e, in generale, di uno stile di vita attivo”.
“L’ANP Campania è lieta ed onorata di aver collaborato per la realizzazione del progetto Coca Cola Cup, condividendone gli obiettivi di educazione allo Sport e di Educazione Ambientale” – ha dichiarato Ettore Acerra, Presidente dell’ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola) della Regione Campania – “L’impegno e l’entusiasmo evidenziati dalle scuole autonome in questo progetto, coerente con le finalità dei Piani dell’Offerta Formativa, e la qualità degli elaborati prodotti testimoniano la vivacità e la creatività dei ragazzi, dei Docenti, dei Dirigenti e della scuola campana tutta”.
In Campania il progetto ha raggiunto 353 scuole per un totale di 50.050 studenti che hanno messo alla prova le loro competenze creative e fisiche guidati da 2.002 kit didattici realizzati in collaborazione con gli esperti in nutrizione di Nutrition Foundation of Italy, Kyoto Club, organizzazione no profit nel settore della sostenibilità ambientale, e con il supporto del professor Francesco Maria Manozzi, docente dell’Università Tor Vergata di Roma e medico delle Federazioni CONI e del CIP.
“Vogliamo creare sinergie forti e funzionali allo sviluppo dello stare insieme con gioia armonia e entusiasmo, ma soprattutto allo scopo di educare i giovani al rispetto degli altri e delle regole di convivenza civile” – ha dichiarato la dottoressa Angela Orabona dell’Ufficio Scolastico Regionale Campania.
Il prossimo appuntamento con Coca-Cola Cup sarà sabato 25 maggio al CUS di Padova per le finalissime che proclameranno i vincitori della regione Veneto. Collegandosi al sito www.coca-colacup.it si potranno ricevere tutte le informazioni, consultare le foto e le classifiche del torneo e ricevere importanti suggerimenti per diventare campioni fuori e dentro il campo da gioco.

Tag: