Visite fiscali 2020: orari dipendenti privati, pubblici e forze dell’ordine

Orari delle visite fiscali 2020 per dipendenti privati, pubblici e forse dell’ordine. Le regole da seguire, fasce di reperibilità e le cause che possono portare all’esclusione della visita di controllo.

Con l’inizio del nuovo anno, il disciplinare che regola il controllo medico fiscale INPS ha una serie di novità che si andranno ad applicare al regolamento attuale. A partire dal 13 gennaio, sono entrate in vigore le modifiche presenti dal DM 2016/17, cd. Decreto Madia.

All’interno di questa guida, sono presenti tutte le indicazioni e i riferimenti su come verificare gli orari delle visite fiscali 2020 in caso di malattia. Inoltre, sono presenti le fasce di reperibilità Inps che si devono seguire se si è un dipendente statale, un dipendente privato o un dipendente pubblico. Se non si rispettano questi regolamenti, si potrà incorrere in ammende che possono portare al licenziamento in causo di multiple infrazioni.

Visite fiscali 2020: orari malattia, regole e fasce di reperibilità Inps

Con l’introduzione della riforma Madia e del nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego sono entrate in vigore delle nuove regole Inps che regolamentano le visite fiscali dei dipendenti pubblici.

  • L’immissione del Nuovo Polo Unico Inps per la visita fiscale che andrà ad essere applicato ai dipendenti statali, dipendenti pubblici, militari, alle forze dell’ordine e a tutte le categorie di dipendenti pubblici. Inoltre, il nuovo regolamento sarà applicato anche ai privati in malattia Inps.
  • La modifica degli orari delle visite fiscali sia per i pubblici che per i privati, al momento sono 7 per il Pubblico impiego e 4 per i dipendenti privati, in futuro andranno ad unificarsi a 7 ore per entrambe le categorie. Al momento questa modifica non è presente nel regolamento 2020, quindi non sarà possibile equilibrare le fasce orarie delle visite fiscali per tutti i lavoratori.
  • L’introduzione della Riforma Madia, porterà a ridurre le ore di reperibilità ma ad incrementare il numero di visite fiscali. Questa modifica, può portare alla riduzione delle assenza degli imbroglioni da malattia che scelgono il fine settimana per beneficiare di un lungo fine settimana di vacanza.
  • Sono introdotte delle nuove norme per le assenze che si verificano negli orari di visite fiscali.
  • Per i dipendenti pubblici già visitati per lo stesso evento, il numero di visite fiscali potrà essere superiore alla media.

Come funzionano le visite fiscali dell’Inps?

Quando un dipendente si assenta dal lavoro per malattia, il datore di lavoro ha la possibilità di richiedere al servizio di controllo medico la possibilità di verificare lo stato di salute del dipendente assente.

La visita fiscale può essere richiesta dal datore di lavoro o per richiesta diretta dell’Inps. Il dipendente può aspettarsi una visita dal primo giorno di malattia, durante le giornate lavorative, festive e prefestive come il sabato e la domenica. Inoltre, potrebbe ricevere visite infrasettimanali in coincidenza di turni di riposo, di permessi o licenze concesse dal datore di lavoro.

Il datore di lavoro, può richiedere la visita medica fiscale mediante il sito internet dell’Inps o servizio compatibile. Al momento dell’accettazione della richiesta, il datore – o chi ha richiesto la visita fiscale – riceverà un numero di protocollo per verificare lo stato della pratica e ottenere l’esito finale.

A differenza di quello che succedeva in passato, ora la visita fiscale può essere richiesta fin dai primi minuti della ricezione dell’attestato di malattia. In casi sospetti, il dipendente potrebbe ricevere una visita anche dopo poche ore dall’invio del certificato medico che attesta la sua assenza dal lavoro.

Orari visite fiscali per i dipendenti

In base al nuovo disciplinare, per l’anno 2020 gli orari delle visite fiscali per i privati e i dipendenti pubblici sono:

 

Visite fiscali 2020 orari Orario mattina Orario pomeriggio
Orari visite fiscali 2020 privati dalle ore 10:00 alle ore 12:00 dalle ore 17:00 alle ore 19:000
Orari visite fiscali 2020 dipendenti pubblici dalle ore 09:00 alle ore 13:00 dalle ore 15:00 alle ore 18:000

 

Visite fiscali 2020 orari dipendenti pubblici

Sulla base del disciplinare dell’Inps, i dipendenti pubblici devono farsi trovare presso il proprio domicilio in base a una serie di fasce di reperibilità obbligatoria. Nel caso si assenza dal lavoro, tutti i dipendenti pubblici devono essere disponibili e pronti al controllo da parte della ASL.

Quando un lavoratore non è presente al prossimo domicilio, non rispettando gli obblighi di reperibilità se non giustificati, potrà sottostare a una serie di provvedimenti disciplinari.

Orari visite fiscali dei dipendenti pubblici per il 2020

Per i dipendenti pubblici che sono assenti dal lavoro per malattia, gli orari delle visite fiscali 2020 sono:

  • dalle 09:00 alle 13:00;
  • dalle 15:00 alle 18:00.

Le fasce di reperibilità malattia che sono imposte per la visita fiscale INPS vanno rispettate ogni giorno dell’anno. In particolare nei fine settimana, a Natale, a Capodanno e durante le feste patronali.

 

Orari visite fiscali 2020 dipendenti pubblici Orario mattina Orario pomeriggio
  dalle ore 09:00 alle ore 13:00 dalle ore 15:00 alle ore 18:000

 

Visite fiscali 2020 orari dipendenti privati

Così come per i dipendenti pubblici, anche i dipendenti privati devono essere presenti al proprio domicilio per le visite fiscali. L’orario della visita fiscale privati per il 2020 è stato prefissato in questo modo.

  • dalle ore 10:00 alle ore 12:00;
  • dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

Anche in questo caso, le fasce di reperibilità per malattia devono essere rispettate tutti i giorni dell’anno. Soprattutto nei fine settimana, a Natale, a Capodanno e durante le feste patronali.

 

Orari visite fiscali 2020 dipendenti privati Orario mattina Orario pomeriggio
  dalle ore 10:00 alle ore 12:00 dalle ore 17:00 alle ore 19:000

 

Cause di esclusione per le visite fiscali 2020

Nel caso un dipendente non è presente al prossimo domicilio, esistono una serie di cause che sono ammesse dall’INPS come giusta causa. Sono:

  • patologie che richiedono cure specifiche per il dipendente;
  • infortunio sul lavoro INAIL;
  • malattia professionale INAIL nel caso sia riconosciuta la Causa di Servizio;
  • stati anomali che sono collegati a una invalidità riconosciuta.

Visite fiscali 2020 dipendenti ASL, SSN infermieri e medici

Nel caso il datore del dipendete sia l’ASL, le visite fiscali dipendenti ASL per il 2020 devono essere eseguite fornendo i seguenti dati:

  • denominazione e indirizzo della Ditta o Ente Pubblico o privato completo di partita IVA o Codice Fiscale;
  • nome e cognome dei dipendente;
  • indirizzo della residenza dove sarà eseguita la visita fiscale;
  • specificare se esistono motivazioni che possono rendere nulla la fascia di reperibilità.

Come si svolge il controllo medico fiscale dell’Inps?

Quando un dipendente si trova presso il proprio domicilio per malattia, il medico incaricato dall’Asl per eseguire il controllo eseguirà la visita in questo modo:

  • Il medico, una volta preso incarico dall’Asl per la visita medica, si recherà presso il domicilio del dipendente. Verificata la sua presenza, procederà ad analizzare il certificato medico che il lavoratore ha ottenuto dal proprio medico.
  • Una volta verificata la situazione, il medico fiscale ha la possibilità di prolungare la prognosi per un massimo di 48 ore, confermare la prognosi del medico curante del dipendente o rettificare la prognosi in caso di guarigione del dipendente.
  • Nel caso il medico fiscale ritiene necessario eseguire delle visite specialistiche, nel caso ad esempio di patologie specifiche, il lavoratore ha l’obbligo di sottoporsi a queste visite.

Che cosa succede se il dipendente non è in casa?

Se al momento delle visita del Medico Fiscale il lavoratore è assente, gli viene recapitato un invito – con giorno e orario di visita indicato dal medico fiscale – per chiarire la situazione e sottoporsi a visita medica.